titanbet-bonus-10-euro

Keno, la storia del lotto al casinò

Pubblicato In Rumors - da Il 28 maggio 2012

 

La storia del Keno
E ‘difficile dire da dove provenga effettivamente dal Keno. La maggior parte crede che il Keno sia arrivato dall’antica Cina, dove sarebbe nato nel lontano 200 a.C. per aiutare il Paese al tempo della guerra, quando le scorte erano limitate e la popolazione aveva bisogno di derrate alimentari: lo scopo del keno, quindi, era raccogliere cibo o soldi per l’esercito. Qualcun altro, invece, ritiene che il keno sia stato inventato per reperire fondi per la costruzione della Grande Muraglia.  Con l’avvento della ferrovia in Cina, il keno cominciò a diffondersi ancora di più in Asia e, infine, raggiunse anche altri Paesi, come negli Stati Uniti, dove era stato portato da immigrati cinesi che nell’Ottocento si trasferirono per lavorare nelle miniere o nella costruzione di ferrovie.

 

Regole
Il keno è simile al lotto ed è giocato solitamente nei saloni del Casinò specificatamente assegnati per il gioco, ma ci sono anche dei ‘Keno runners’ che raccolgono le puntate e distribuiscono le vincite anche a chi vuole giocare al di fuori dell’area limitata. Ci sono molti schermi televisivi sparsi in tutto le sale dei casinò che informano i giocatori sui numeri vincenti. Anche la versione online del Keno funziona in maniera molto semplice e si svolge con le stesse regole (ma la fine del gioco si raggiunge in maniera molto più veloce). Per giocare a Keno, si seleziona un minimo di 4 e un massimo di 10 numeri compresi tra 1 e 80. Ogni selezione è chiamato ‘Spot’, quindi se si selezionano 10 numeri si sta giocando una partita 10 Spot. Per cominciare a giocare, basta segnare su uno dei tagliandi vuoti i numeri selezionati e presentare il biglietto al banco Keno con la propria scommessa; a quel punto l’impiegato restituirà la ricevuta: pochi minuti dopo venti palline numerate saranno scelte a caso da un barile contenente 80 palline, mentre i commissari di Keno percorrono tutto il locale in lungo e in largo per raccogliere soldi e schede da portare allo sportello del Keno.
I risultati dell’estrazione vengono visualizzati sullo schermo per tutto il Casino. La scommessa minima è di 5 centesimi, anche se alcuni casinò non accettano scommesse inferiori a un dollaro. Il pay out dipende dal tipo di biglietto si gioca e il numero di ‘punti’ segnati. Si può vincere fino a 50mila dollari scommettendone solo uno in alcuni casinò.

 

Le tipologie di biglietto

 

I biglietti del Keno sono numerati secondo la quantità di numeri su cui si scommette. Secondo la terminologia del Keno, i numeri marcati dal giocatore si chiamano “spots” (caselle). Quando si scommette su due numeri, il biglietto prende il nome di “Two Spots” (il tagliando per cinque numeri si chiama “Five Spots” e così via). Nella sua versione standard nei casinò terrestri, un ticket vincente deve essere immediatamente presentato all’incasso, subito dopo l’estrazione, pena il suo annullamento. Con un biglietto Straight, il giocatore deve selezionare i numeri desiderati sulla carta Keno e attendere il sorteggio. In genere, si può puntare su un numero massimo di 15 numeri, mentre in alcuni casinò il numero aumenta fino a 40. Giocando con un biglietto Combination, invece, bisonga combinare gruppi di puntate Straight su un unico biglietto; con un biglietto Split, poi, è possibile giocare due o più partite sulle stessa carta Keno: basta scegliere due gruppi di numeri e dividerli con dei cerchi o con una linea. Giocando con un biglietto Way, bisogna puntare su diversi gruppi di numeri sulla stessa scheda Keno. Successivamente bisogna calcolare le puntate effettuate in base alle frazioni posizionate dal giocatore a destra del campo di puntata. Per calcolare il costo della tua puntata, devi aggiungere i numeratori. Il biglietto King è una variante del biglietto Way, ma in questo caso bisogna selezionare uno o più numeri come numeri King.

 

Il vantaggio della casa nel Keno

 

Il vantaggio della casa sui giocatori nel Keno varia a seconda del tipo di biglietto scelto dai partecipanti. Si tratta di un vantaggio abbastanza dannoso poiché arriva ad almeno il 30%. Le probabilità di ottenere un numero giusto su ventiquattro numeri sono pari soltanto allo 0,25%: questo significa che il Keno è un gioco che richiede davvero tanta fortuna e non risulta molto generoso in termini di frequenza delle vincite. Uno dei motivi del successo del keno, però, è legato soprattutto alla diffusione capillare della sua versione online che rende il gioco più facile e accessibile. I casino online, infatti, sono aperti 24 ore su 24, e si ha una più ampia possibilità di scelta tra i diversi tipi di keno, differenti soprattutto per le vincite che promettono.

 

Tags: keno