titanbet-bonus-10-euro

Il poker italiano, regole e strategie

Pubblicato In Rumors - da Il 12 aprile 2012

Il poker italiano, chiamato anche poker francese o poker draw a cinque carte, è stata la variante del gioco più praticata prima del boom del Texas Holdem. A seconda del numero di giocatori, si utilizza un certo numero di carte: se i giocatori sono 4, si distribuiscono solo le carte che vanno dal 7 all’ asso, se i giocatori sono 5 si introducono anche i 6 e così via fino a un numero massimo di 10 giocatori in cui  si distribuiscono tutte le carte ed un giocatore a turno si riposa facendo il “dealer” ossia il mazziere.

 

Prima di iniziare, ogni giocatore deve versare una quota minima nel “piatto” per partecipare, mentre il mazziere – che cambia a ogni mano – distribuisce cinque carte a testa partendo dal giocatore alla sua sinistra. Al termine della distribuzione delle carte, i giocatori impostano il proprio gioco e danno il via alle “puntate” di apertura.

Il giocatore può aprire solo se tra le sue carte ha una coppia di figure o un punteggio superiore, ma si può aprire anche con 4/5 di scala reale (ossia una scala dello stesso seme). Se nessuno apre, si passa la mano, si rimescolano e ridistribuiscono le carte e le fiches puntate si lasciano sul piatto che diventa quindi più corposo.

 

Dopo l’apertura ogni giocatore ha diritto al cambio di un massimo di 4 carte che vengono distribuite, ovviamente coperte, dal mazziere. Se il giocatore non cambia nessuna carta perché ha già un punteggio che ritiene sufficiente, si dice che è “servito”. Al termine del cambio di carte, inizia a giocare colui che ha eseguito l’apertura che ha di fronte tre possibilità:

–          rilanciare

–          fare parola (se lo fanno tutti i giocatori, si riparte con una nuova mano, lasciando inalterato il piatto)

–          fare cheap (se lo fanno tutti i giocatori, si scoprono le carte e vince chi ha il punteggio maggiore)

Tags: Poker