titanbet-bonus-10-euro

Quanto conta la fortuna per vincere al Texas Hold’em?

Pubblicato In Poker - da Il 23 maggio 2009

Hai in mano sul flop un A e un K ed ecco nel turn e nel river comparire sul tavolo 2 Assi ed un K… quando si dice fortuna!

Ma sorge spontanea una domanda: quanto davvero è importante e può influire la fortuna per vincere al Texas Hold’Em?
La risposta non è delle più semplici e dirette.

Questo è sicuramente l’argomento più toccato da tutti gli appassionati del gioco del Poker che siano professionisti o amatori.

Ci si trova a parlare e discutere di come si è riusciti a raddoppiare la vincita grazie a quella carta che è uscita sul tavolo proprio sul river, oppure per quella mano persa per quella carta che non ha voluto saperne di uscire fuori e ci ha fatto perdere il piatto per un soffio.

La cosa certa che si può fare quando si gioca al Texas Hold’Em è limitare al minimo i danni e le possibili perdite nella mano che si sta giocando.

Questo lo si può fare calcolando gli odds e gli outs.
Gli outs non sono altro che le carte di cui abbiamo bisogno per ottenere il punto che stiamo cercando o per migliorare la propria mano, ad esempio una coppia che può diventare un tris o una doppia coppia che può diventare un full.

Calcolare quali sono i punti di forza e le possibilità di vincere insieme ai rischi che si possono prendere in una mano serve sicuramente a limitare i danni e non perdere troppo se non si riesce ad ottenere una buona mano.

Quindi possiamo dire che il Texas Hold’Em più che questione di fortuna è basato sulla probabilità e sulle capacità di calcolo e memoria del giocatore. Prima di tutto bisogna saper calcolare le probabilità di
una mano, perchè se queste sono basse parlare di cattiva sorte se si perde è inutile.

L’abile giocatore di Poker sa che la matematica e la capacità di calcolo è alla base di tutto e che a lungo andare la fortuna conta poco e niente.

Infatti la fortuna in una partita di Texas Hold’Em può farti vincere una mano o forse 2 regalandoti dei punti imbattibili ma a lungo andare questo influisce poco per vincere e quello che conta è l’abilità,
l’esperienza del giocatore e la sua capacità di calcolare se è opportuno rilanciare o lasciare la mano.

Che la fortuna influisca poco per vincere al Poker lo dimostrano i tanti campioni di Texas Hold’Em che riescono ad ottenere vittorie continuative nel tempo e fanno capire che davvero il loro non è un
colpo di fortuna ma frutto delle proprie qualità e capacità di riuscire a gestire le partite al tavolo da poker nel migliore dei modi.

Per chi vuole migliorare il proprio stile di gioco consigliamo di leggere l’articolo come diventare giocatori vincenti al poker online.

Tags: poker online , vincere poker