titanbet-bonus-10-euro

Manovra: numerosi gli emendamenti sui giochi online

Pubblicato In Notizie Casino Online - da Il 13 dicembre 2011

Tra i numerosi emendamenti che entreranno in vigore con la manovra Monti, diversi sono quelli che riguardano anche il settore dei giochi online.

Tra gli emendamenti che riguardano il settore dei giochi, innanzitutto numerosi sono quelli che hanno come obiettivo quello di modificare la soglia di 1.000 euro fissati con la manovra presentata dal Presidente del Consiglio Monti, nuovo limite stabilito per le transazioni in contanti.

Uno degli emendamenti a tal proposito presentati, riguarda l’esclusione dell’osservanza di tale limite per quanto riguarda  le Case da gioco autorizzate, che proprio in questi giorni sono in “agitazione” per l’introduzione di questa nuova soglia, che secondo gli addetti ai lavori,  aggraverebbe la già delicata situazione in cui versano i casinò terrestri, che continuano a registrare entrate in ribasso, con stime future che non sono certamente migliori.

La Lega invece ha evidenziato che per reperire nuove risorse si potrà puntare sulla riduzione del pay out, per quanto riguarda le slot machines, portandolo dal 75% al 70%, ed inoltre si potranno reperire nuove risorse, tramite l’applicazione di un’aliquota unica al 20% delle somme giocate, a partire dal 1° gennaio 2012.

Un altro emendamento sempre da parte della Lega, prevede di modificare gli scaglioni per il Preu (Prelievo Erariale Unico) con la proposta di passare dal 12,6% al 13,6%, dall’11,6% al 12,6%, dal 10,6% all’11,6%, dal 9% al 10%, dall’8% al 9%.

Da sottolineare che sono diverse le proposte da parte dei deputati della Lega, in cui si chiede di portare il Preu al 20%, in modo da ottenere notevoli risorse da utilizzare a copertura della spesa.

Anche da parte dell’Italia dei Valori arrivano consensi per quanto riguarda l’aumento del Prelievo Erariale Unitario: in questo caso cambiano i tempi di attuazione, previsti a partire dal 1° giugno 2012, ed inoltre la modifica della relativa aliquota sarebbe più bassa, ovvero al 15%.

Comunque da domani è previsto l’approdo del testo in Aula, e quindi a breve ne sapremo sicuramente di più.

Tags: giochi aams