titanbet-bonus-10-euro

Si del Governo a nuovi Casino italiani in hotel 5 stelle

Pubblicato In Notizie Casino Online - da Il 10 marzo 2009

Clicca qui‘per giocare!

Il Governo ha dato il via libera alla possibilità di aprire nuovi casinò italiani in Hotel a 5 Stelle.

Roulette, blackjack, slot machine e video poker avranno il compito di rilanciare il turismo soprattutto al centro e Sud Italia in tutti gli hotel a 5 stelle.

Schifani, Presidente del Senato italiano, ha dichiarato: “I casinò sono una grande risorsa turistica da promuovere nelle zone che ne sono sprovviste”.

E’apparsa entusiasta anche il sottosegretario al Turismo Michela Brambilla che ha detto: “Apriamo nuovi casinò ovunque, a cominciare dagli alberghi a cinque stelle. Questo è necessario per permettere ai nostri hotel di poter competere con quelli degli altri stati europei a cominciare da Spagna e Francia che sono molto più avanti di noi”.

Secondo Renato Schifani è il momento giusto per aprire nuovi casinò italiani al centro e al sud e bisogna rispondere alla concorrenza degli altri paesi del Mediterraneo. Schifani aggiunge che non è più giustificabile essere contrari all’apertura delle case da gioco in Italia in quanto i casinò rappresentano una grande risorsa turistica e bisogna sfruttarla e promuoverla in tutti i territori che ne sono sprovvisti.

Secondo il Presidente del Senato con i Casinò aumenterà l’attrattiva per i posti turistici dove saranno creati e sarà incentivato ancora di più il flusso di turismo arricchendo l’economia del settore.

Bisogna considerare che nell’anno 2008 i 4 Casinò italiani che sono Campione d’Italia, Saint Vincent, Sanremo e Venezia hanno ottenuto 562 milioni di guadagni con un calo del 4% rispetto all’anno
precedente. I visitatori al contrario sono stati 3 milioni e mezzo facendo registrare un aumento del 15%.

Secondo i dati pubblicati dall’European Casinò Association l’Italia è al settimo posto nel mercato dei Casinò in Europa, che conta un giro d’affari complessivo di 9,3 miliardi di euro.

Al vertice di questa speciale classifica c’è la Francia con ben 2,5 miliardi di incassi.

Bisogna però considerare che l’Italia è uno dei Paesi europei che conta in assoluto meno case da gioco sul proprio territorio.
Infatti in Italia ci sono solo 4 casinò contro la Francia che ne conta addirittura 188, poi segue la Repubblica Ceca con 150, l’Inghilterra 131, l’Estonia 125, la Germania 70, la Spagna 35, la Croazia 20, la Svizzera 17 , l’Austria 12, l’Olanda 11, 10 la Slovenia, 9 la Grecia e 8 Portogallo e Belgio.

Per ora sono nove le proposte di Legge al vaglio in Parlamento per l’apertura di nuovi casinò italiani in diverse città. Tra le località candidate e più vicine all’apertura di un casinò ci sono: Stresa, Gardone
Riviera, San Pellegrino Terme, Viareggio, Fiuggi, Ostuni e Taormina.

Secondo un ordine del giorno approvato dal governo il 25 agosto 2008, è stabilito che in Italia si possono aprire al massimo 10 casinò da dividere tra quattro aree geografiche in cui è stata suddivisa la penisola che sono:

Area 1: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria;
Area 2: Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Umbria e Marche;
Area 3: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria;
Area 4: Sardegna e Sicilia.

Tags: casino italiani , casino sanremo , casino taormina , casino venezia